“Se rispettiamo il nostro corpo, rispettiamo il corpo di chiunque altro. Se sentiamo quello che accade nel nostro corpo, sentiamo anche quanto avviene nel corpo della persona alla quale siamo vicini. Se siamo in contatto con i desideri e i bisogni del nostro corpo, conosciamo i bisogni e i desideri altrui e, al contrario, se non siamo in contatto con il nostro corpo, non siamo nemmeno in contatto con la vita.”       Alexander Lowen

IO aggiungerei che se ci amiamo siamo anche in grado di amare gli altri, se conosciamo quello che avviene nel nostro corpo forse possiamo comprendere le nostre emozioni,

Mi chiamo Daniela Scovazzi, sono un conduttore di classi di ESERCIZI DI BIOENERGETICA, la metodologia consiste in un lavoro corporeo per la promozione del benessere della persona, ho conseguito il titolo alla SIAB, società italiana di analisi di bioenergetica.

La classe di esercizi è uno strumento di prevenzione, rappresentano un modo per prevenire ansia e stress, possono essere rivolti anche ai bambini, agli adolescenti

Anche il massaggio dolce bioenergetico è utile quando il corpo diventa sede di tensioni nella muscolatura, lenergia vitale non fluisce liberamente, vanno sciolte le varie armature e lavorare sui blocchi della persona.L’approccio Bioenergetico è stato sviluppato da Alexander Lowen fin dagli anni 50, precedentemente da Reich, cè un attenzione alla integrazione tra corpo e mente, alla respirazione.

Le classi di esercizi sono utili per una maggiore padronanza del nostro corpo, e consapevolezza.

Quando mi sono iscritta alla SIAB ed ho iniziato i primo anno di questo approccio “conduttore di classi di Bioenergetica”che era inserito nel corso di Counseling a mediazione corporea, io non ne comprendevo la utilità, ero in un momento di grande dolore per la perdita di mio fratello di soli 39 anni, lasciava una figlia di 16 anni…..non ero interessata tanto agli esercizi ma molto di più al corso di Counseling, Non riuscivo a toccare il dolore, ero impietrita dalla sofferenza, era come se il mio corpo fosse di pietra, facevo gli esercizi ma non credevo assolutamente che mi avrebbero aiutato a sbloccarmi, passarono i mesi, non riuscivo a piangere, non capivo, vedevo fare intorno a me dalla mia famiglia cose quasi ridicole, cappelli con il nome di mio fratello, magliette decorate con il nome della Roma squadra amata da lui, tutto per me incomprensibile, ero legatissima a lui, ma un incidente me lo aveva portato via, avevo tanta rabbia che riuscivo a contenere, creandomi una corazza. Non riuscivo a comprendere il dolore degli altri tanto era immenso il mio…….

Ma un giorno inconsapevole di quello che stava succedendo al mio corpo, mentre ero in gruppo alla Siab e stavo facendo gli esercizi di BIOENERGETICA, io che ero sempre stata scettica, mi accorgevo mentre stavo in bendover che lentamente scendevano le lacrime, quelle che avevo tanto desiderato, fino ad un pianto liberatorio, in un primo momento con un certo imbarazzo, non ero abituata a manifestare il mio dolore in pubblico, SENTIVO e questo per me era fondamentale, ascoltavo per la prima volta il mio corpo, i suoi bisogni, le mie emozioni.

Il Counseling poi ha fatto il resto, mi ha sostenuto, accompagnato, mi ha aiutato ad elaborare il dolore, non dico a superare ma comprendere che la vita ti riserva fatti dolorosi ma anche belli

SE vuoi intraprendere un percorso di Bioenergetica e Counseling, una consulenza, chiamami senza impegno, potremo intraprendere un viaggio insieme..

Dott.ssa Daniela Scovazzi o prenota una consulenza via Skype

Inviaci email